GIULIANA MUSSO “Odiare Medea, il sogno del Patriarcato”

GIULIANA MUSSO “Odiare Medea, il sogno del Patriarcato”

18 novembre 2017 – ore 21

Odiare Medea il sogno del Patriarcato di e con Giuliana Musso.
Musiche: Claudia Grimaz.
Produzione: La Corte Ospitale.
E’ il racconto di una donna che non solo uccide i propri figli, ma diventa capro espiatorio sul quale riversare tutta la rabbia, l’odio, la paura di una società in crisi d’identità.
Lo spettacolo prende spunto dalle tracce pre-euripidee del mito e lo colloca nel momento di svolta della storia umana, quando il patriarcato fermò con la violenza il progredire pacifico delle antiche società matrifocali. Da allora prevalgono modelli androcratici di convivenza, che si costituiscono attraverso rigide gerarchie di potere, utilizzano la forza come principio di giustizia, adorano un Dio maschio che ha generato un figlio maschio, controllano e regolano la vita sessuale e riproduttiva, impongono la supremazia della ragione sui sentimenti, dell’anima sul corpo, dell’ideale sul concreto, del maschile sul femminile.
Il sogno del patriarcato è un sogno di dominio assoluto in cui non hanno spazio l’“essere in vita”, la sua unicità e complessità. In questo sogno i figli sono tutti sacrificabili.

Dallo spettacolo La fabbrica dei preti: https://www.youtube.com/watch?v=sXRpDeO2Ug0

http://www.giulianamusso.it/

https://www.facebook.com/giulianamussopage/

http://www.giulianamusso.it/news/odiare-medea/





I prezzi delle serate e degli abbonamenti sono tutti indicati nella pagina Biglietteria.
Per ulteriori informazioni puoi contattarci qui.

Iscriviti alla nostra newsletter qui sotto per essere sempre aggiornato!